Controversie doganali

 

I nostri avvocati doganali sono al tuo servizio.

Lo svolgimento di attività economiche estere in Ucraina per imprese e imprenditori di solito implica l'interazione con le autorità doganali.

E l'attuazione delle operazioni di import/export è spesso la necessità di risolvere controversie con le stesse dogane e altri enti statali.

Oggi, molto spesso sorgono controversie con le autorità doganali dell'Ucraina sui seguenti problemi:

- adeguamento del valore in dogana delle merci;

- classificazione delle merci, che influisce sulla possibilità di passare merci nel territorio doganale dell'Ucraina;

- passività fiscali dell'impresa e l'uso di regimi commerciali speciali per determinare il valore in dogana delle merci, che influisce sull'importo dei pagamenti doganali (tasse e dazi);

- ricorso contro le notifiche-decisioni fiscali prese sulla base degli esiti dei controlli doganali;

- ricorso contro ricevuta doganale unificata;

- la legalità dell'applicazione di determinate procedure doganali o incentivi fiscali.

 

I casi più numerosi di un avvocato doganale sono i seguenti:

- ricorso contro decisioni, atti od omissioni nell'attuazione della rettifica del valore in dogana delle merci;

- ricorso contro decisioni, azioni o inerzia nella determinazione del codice prodotto;

- ricorsi contro decisioni, azioni o inerzia sulla restituzione di dogane e altri pagamenti ai contribuenti, erroneamente e/o pagati in eccesso al bilancio, il cui controllo sulla riscossione è effettuato dalle autorità doganali;

- ricorso contro la carta di rifiuto in sdoganamento;

- violazione delle norme doganali.

Le autorità doganali dell'Ucraina hanno il diritto di effettuare controlli documentali programmati e non programmati. Le autorità doganali stanno controllando in modo più approfondito le attività delle imprese che hanno privilegi sui pagamenti doganali e la cui attività economica estera è associata all'importazione di aiuti umanitari.

 

La base per qualsiasi ispezione è l'ordine dell'autorità doganale competente. L'azienda che viene controllata deve essere informata in anticipo dell'assegno.